Home staging, la casa si mette in scena: cos’è e perché conviene

Home staging, la casa si mette in scena: cos’è e perché conviene

È una nuova tendenza molto in voga negli Usa, da qualche tempo approdata anche in Italia con ottimi risultati. Si chiama home staging, ovvero “la messa in scena della casa”, ed è una tecnica di marketing che permette di far incontrare domanda e offerta più velocemente, fornendo al nuovo acquirente spunti utili per l’arredamento e/o la ristrutturazione dell’immobile, attraverso una simulazione virtuale (usando video, foto, rendering e 3D) e reale di come l’abitazione può essere “trasformata”.
 

In cosa consiste?

In pratica, si tratta di studiare una presentazione di un immobile accurata e affascinante, tramite una simulazione di ristrutturazione - se necessaria - o alcuni semplici ma significativi interventi di verniciatura, illuminazione, arredamento e aggiunta di dettagli come tendaggi, quadri, specchi o altri oggetti, per rendere più affascinante l’immobile e generare curiosità a visitarlo.  

L’home stager è un professionista che conosce bene il mercato immobiliare e unisce competenze di interior design e marketing. Il suo compito è cogliere e valorizzare il potenziale intrinseco di un immobile.

Mentre l’architetto progetta per un cliente noto, l’home stager progetta, arreda gli spazi e crea la casa dei sogni per un possibile acquirente ignoto.

Cosa fa dunque? Studia gli ambienti, la posizione, la metratura, la luce e i colori migliori, cambia la disposizione dei mobili, rende la casa meno personalizzata e più “seducente”, scegliendo i complementi più adatti e curando gli abbinamenti e l’illuminazione. Bastano pochi interventi, non strutturali e temporanei, assieme a un servizio fotografico professionale, per cambiare volto a una casa e far scattare il colpo di fulmine nel compratore.

Le foto e i video pubblicati sui portali online aiutano a creare maggiore interesse in chi sta cercando la casa dei sogni.
 

Perché conviene?

L’home staging conviene per almeno tre motivi. 

1. I tempi di vendita si accorciano, perché il cliente potenziale è più invogliato dalla simulazione di home staging a visitare l’immobile e, di conseguenza, ad acquistarlo. 
Grazie all’home staging virtuale è possibile inserire l’unità abitativa immediatamente sul mercato, risparmiando settimane o mesi, tempo prezioso che servirà per i lavori, e i possibili compratori interessati cominceranno subito a visionare l’immobile sul web e ad arrivare.
Lo confermano i dati: secondo il recente sondaggio condotto da Bankitalia e Tecnoborsa, il tempo di vendita si accorcia di circa sette mesi. 

2. L’home staging è una simulazione non vincolante, che può essere molto accattivante per il potenziale acquirente, genera delle emozioni positive e un certo appeal, che possono avere un impatto positivo sulla decisione d’acquisto. Il proprietario comunque non deve acquistare nulla, né arredi né complementi. Tutto è temporaneo e rimarrà nella casa giusto il tempo della vendita.

3. L’intervento di home staging rispetta il budget ed è quindi in linea con il valore dell’intera operazione, ma ha il grande pregio di aumentare il valore percepito dal cliente.

 

Immobili simili