Bonus verde: approfittane per sistemare il tuo spazio verde!

Bonus verde: approfittane per sistemare il tuo spazio verde!

Chi ha un giardino o un terrazzo lo sa bene: uno spazio verde curato aiuta a vivere meglio, specialmente da marzo a ottobre, quando è possibile godersi un momento di relax all'aria aperta. Richiede una manutenzione costante, passione, tempo e - soprattutto - denaro. Se per il tempo è possibile rimediare rinunciando a qualche gita fuori porta della domenica, o delegando a terzi i lavori, per il denaro esiste il cosiddetto Bonus verde, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018. 

Bonus verde: in cosa consiste?

Il Bonus verde altro non è che una detrazione fiscale a favore di chi effettua spese per la sistemazione a verde ex-novo di balconi o terrazzi o per rinnovare spazi verdi in maniera radicale, che siano giardini o terrazzi, privati, condominiali o di interesse storico – artistico; sono pertanto esclusi tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e in "economia", ovvero eseguiti direttamente dal contribuente che richiede il bonus fiscale. 
A partire dal 1°gennaio 2018 e almeno sino al 31 dicembre 2018, tutti coloro che sosterranno spese per la risistemazione di aree verdi si vedranno riconosciuta una detrazione fiscale del 36 % sino ad un massimo di spesa pari a 5.000 euro. 

Il Bonus verde si aggiunge a quella serie di detrazioni fiscali già esistenti e prorogate anche per il 2018, quali l’Ecobonus, il bonus ristrutturazione, bonus condomini e bonus mobili ed elettrodomestici, tutte volte a diffondere la cultura della sostenibilità e del ridotto impatto ambientale. L’ex Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina ha definito il bonus verde come una “misura contro l’inquinamento e opportunità per il nostro florovivaismo”, ricordandoci come il verde cittadino, piante e fiori, siano la prima arma contro l’inquinamento atmosferico cittadino.

Bonus verde: come procedere?

Il nuovo bonus per le spese sostenute a favore del verde urbano vi permetterà di ottenere uno sconto fiscale IRPEF detraibile dalla dichiarazione dei redditi. Per procedere con la detrazione, l’importo dello sconto fiscale deve essere diviso in dieci quote annuali di pari importo. Per meglio intendersi, a fronte di una spesa pari a 3.000 euro, otterrete una detrazione del 36% di 3.000 euro, ovvero 1.800 nell’arco di dieci anni.
Per accedere al Bonus, i pagamenti devono essere completamente tracciabili (sono esclusi pertanto i pagamenti in contanti) e devono riportare in fattura una descrizione dell'intervento che permetta al fisco di ricondurre la spesa sostenuta a quelle previste dall'agevolazione.

 

Immobili simili